lunedì 24 agosto 2009

PolpettineV

le poplette sono un cibo modulare. una, poi un’altra, poi un’altra ancora e via dicendo. sono diaboliche. e come tali noi le adoriamo.

4 hamburger di soia, latte di riso q.b., 2 piccole zucchine dell’orto, 1 tazza di pastella fatta con farina di ceci, H2O e tamari (servirà da legante in sostituzione dell’uovo), zenzero, sale e pepe q.b., rosmarino e salvia seccati (i miei, raccolti nell’orto, ora stanno belli secchi in cucina), 1 testa di aglio, passata di pomodoro casalinga, farina di mais q.b., olio evo

dunque... rimpastate in una terrina gli hamburger di soia con un goccio di latte di riso, due zucchine grattugiate, una presa di zenzero ed una tazzina di pastella di ceci. aggiungete una presa di pepe ed aggiustate di sapidità con del tamari. amalgamate ora il composto con della farina di mais affinchè non risulti piuttosto compatto ed appiccicoso, ricordando vagamente un (BLAAA)trito carnivoro.

in una padella, il cui fondo avrete ricoperto di olio evo, mettete a dorare una testa di aglio, due belle foglie di salvia ed un rametto di rosmarino. nel frattempo bagnatevi le mani e formate col tritoV tante polpette che avrete cura di impanare con ulteriore farina di mais.

appena pronte le polpette e caldo l’olio, buttatele in padella e lasciate che si dorino uniformemente su tutta la superficie, ricordando di levare la testa d’aglio affinchè non si bruci e non rovini tutto! non appena le polpette sarano belle dorate aggiungete della passata di pomodoro (la nostra è fatta dalle nostre manine!), salate, pepate e lasciate cuocere a fiamma molto bassa per un quarto d’ora abbondante.

il sughetto diventerà corposo e pungente, mentre le polpette croccanti all’esterno e morbide all’interno… un vero toccasana. le polpette trasformano tutto in gioia ed allegria, provare per credere!!!


2 commenti:

  1. Che belle le tue ricette!!!
    stupende anche le foto, complimenti!!!

    RispondiElimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)