domenica 30 agosto 2009

SpaghettiV senza fornello


contro la crisi da rientro, nulla è meglio della cucina…

Ingredienti per gli spaghetti (x4):

10/12 zucchine – a seconda della grandezza – provenienti da colture biologiche (in questo casa dall’orto di casa mia)
olio extravergine di oliva (in questo caso un Riviera Ligure DOP)
1 limone non trattato (in questo caso limoni del giardino di casa)
spezie q.b. – maggiorana, menta, timo, origano e basilico di Imperia (anche questo casalingo)
uno spicchio di aglio schiacciato
salsa tamari (ossia soia fermentata senza frumento, adatta per i celiaci)

Ingredienti per il pesto:
una manciata di mandorle biologiche (in questo caso mandorle di Toritto, BA)
olive taggiasche di Imperia, q.b.
insalata belga, anche detta indivia, q.b. (in questo caso proveniente dall’orto di casa)
olio extravergine di oliva (ancora un Riviera Ligure DOP)
un piccolo spicchio di aglio schiacciato
sale marino q.b.

Preparazione:
Temperare le zucchine con un semplice temperino per verdure, sino ad ottenere lunghi fili simili a spahetti. In una ciotola spremere ½ limone non trattatto, unendovi una spruzzata di salsa tamari, le spezie tritate al coltello e l’aglio schiacciato. Aggiungere a filo l’olio evo, avendo cura di sbattere con energia la marinatura. Una volta raggiunta la quantità necessaria di marinatura, unirvi gli spaghetti di zucchine, coprire tutto con pellicola e lasciar riposare in frigorifero per una mezz’ora buona.

Nel frattempo pestare nel mortaio (come avrebbe fatto nonna), oppure col frullatore ad immersione, le olive taggiasche in precedenza snocciolate, le mandorle tritate non pelate, il piccolo spicchio di aglio e l’insalata belga, precedentemente tagliata a listarelle sottili. Unire ora l’olio a filo, sino ad ottenere un pesto dalla consistenza cremosa.

Al momento di servire gli spaghetti, scolarli bene dal liquido di marinatura, arrotolarli “a cestino” nel piatto di portata e condirli col pesto.

6 commenti:

  1. IDEA STREPITOSA!! Sono senza parole, brava!
    Ma come mai ho trovato solo temperini di verdure che fanno delle tagliatellone? Servono più creare fiori che altro...
    Vorrei tanto farli anch'io! Bacioni! Bravissima!!

    RispondiElimina
  2. eheh non saprei, io questo super taglierino l'ho tovato a casa del fidanzato :-) però in negozi per la casa ne ho visti di simili: puoi cambiare le lame così da avere tagliatelle una volta, spaghetti un'altra... devi trovarlo, è fantastico!!! nico

    RispondiElimina
  3. Ideona!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! il temperino!!!!!!!!!!! io ero rimasta al pelapatate...devo troppo provare...

    RispondiElimina
  4. eheheh franesca, a casa pipini siamo avanti! :-)

    RispondiElimina
  5. Bravissima Nicole!Che meraviglia questi spaghetti crudi!!! :)
    Un saluto
    Ilaria

    RispondiElimina
  6. Ilaria, grazie!!! un sorriso grande!

    RispondiElimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)