martedì 8 giugno 2010

Risotto Palermitano


Ecco una leccornia tutta siciliana che contiene due piccoli segreti tanto amati in quel di Palermo.

3 bicchieri riso superfìno biologico (1 bicchiere a testa + 1 per “l’ospite”), 1 cipolla di tropea, 1 piccolo scalogno, 2 carota, 2 pezzetti di sedano, 4-5 foglie di tenerumi*, 2 zucchine, 1 mazzetto di menta fresca**, 1 dato vegetale senza glutammato (verificare il prontuario per i dadi adatti in caso di celiachia), 1 cucchiaio di margarina (verificare il prontuario per i dadi adatti in caso di celiachia), olio evo q.b.

Anzitutto preparare un brodo vegetale con 1/2 cipolla, 1 carota, 1 pezzetto di sedano ed il dado. In una casseruola far dorare in olio e margarina l’altra 1/2 cipolla, la carota, il pezzetto di sedano e lo scalogno tutto finemente tritato. Non appena gli odori saranno imbionditi far tostare il riso precedentemente sciacquato velocemente: mescolare con energia per far sì che tutti i chicchi si tostino e diventino quasi trasparenti ed imbruniti. A questo punto aggiungere le zucchine fatte a tocchetti, i tenerumi a listarelle e la menta tritata. Lasciare dorare ancora per qualche istante, quindi cominciare a bagnare con il brodo, mescolando e bagnando sino a cottura ultimata. Alla fine unire le verdure del brodo e mantecare con una noce di margarina. Lasciar quindi riposare a fuoco spento il risotto per qualche minuto, avendo cura di coprire con un canovaccio che assorbirà il vapore in eccesso, prima di servirlo. Un bel vinello siciliano è quello che serve per completare l’opera!

tenerumi*= in italiano “Tenerezze”, ovvero i germogli delle zucchine lunghe con tanto di ciuffetti e foglie, con cui a Palermo si prepara la famosissima “Pasta cà tenerumi”, una zuppa bollentissima da mangiare in piena estate!

menta fresca**= una vera gioia nella cucina siciliana!

4 commenti:

  1. Ciao passavo di qua e mi sono ritovato nel tuo blog. Un saluto e buona serata.
    Gio'

    http://remenberphoto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Beh, fai pure come fossi a casa tua! :-)

    RispondiElimina
  3. Mi mancano i tenerumi (mia nonna preparava spesso a pasta cà tenerumi) però magari stasera la provo.

    RispondiElimina
  4. non ci posso credere: il mio scrittore preferito è tornato! :)

    RispondiElimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)