sabato 3 novembre 2012

Zuppa di Zucca alle Arachidi

©ricetteveg.com

Questa notte ho avuto la visita di un Acufene costante che mi ha impedito di riposare tranquillamente, risultato: sveglia all'alba, sonnolenza e nervosismo.
"Bisogna far qualcosa per distrarmi" ho pensato mentre stavo seduta sul divano ascoltando il diluvio universale appena al di là del vetro.
Così ho deciso di riprovare con l'avventura di Salutiamoci - questo mese dedicato alla Zucca ed ospitato da La via Macrobiotica - con un cavallo di battaglia decisamente mattiniero, visto che sarà più o meno dalle cinque che sto ripensando a questa vecchia ricetta del blog!

Bene: un, due, tre... con Salutiamoci di Novembre vi ripresento questa delizia!

Io amo la Zucca, forse tanto quanto le castagne, quindi direi che questi due mesi di Salutiamoci mi piacciono davvero tanto! La Zucca è un ortaggio sorprendente: si usa non solo in cucina, dove è in grado di affrontare un intero menù, ma anche nella cosmesi ed in medicina, perché è un concentrato di principi attivi come i carotenoidi, ma anche di fitosteroli, olii grassi, melene, fitolecitina, mucillagini e di sostanze pectiche. E' un ortaggio dalle mille note positive: insomma, una meraviglia a tutto tondo.
In cucina, oltre che alle preparazioni classiche ed intramontabili come la Zucca al forno, mi piace sperimentarla in accostamenti inusuali: uno su tutti, con le arachidi.
Nella cucina italiana, ahimé, le arachidi non sono quasi mai prese in considerazione, se non di tanto in tanto nelle preparazioni dolci. Nelle cucine del mondo invece, ad esempio in quella tailandese, le arachidi sono spesso l'ingrediente base di molti piatti salati, primo fra tutti il Pad Thai. Quindi perché non lanciarsi nella sperimentazione di queste piccole delizie in abbinamento ad una classica ricetta tradizionale a base di Zucca?
Ecco a voi la mia Zuppa di Zucca preferita, enjoy!


Ingredienti

80gr di arachidi tostate (meglio se non salate in superficie, di provenienza biologica)
2 patate di Entracque (bio)
2 foglie di cavolo (raccolto nell'orto)
2 piccoli spicchi di Aglio bianco di Vessalico (bio)
1 bel pezzo di zucca "di Napoli", perfetta per le zuppe (raccolta nell'orto)
1 pezzetto di zenzero fresco (bio)
1 manciata di lievito alimentare in scaglie (bio)
1 piccolo peperoncino fresco (raccolto dalla piantina in cucina)
1 cucchiaino di dado vegetale (casalingo)
rosmarino q.b. (seccato quest'estate in balcone)
sale integrale di Trapani e pepe q.b. (bio)
olio evo q.b. (bio)

Anzitutto pulire, lavare e tagliare a tocchetti zucca e patate. Pulire, lavare e tagliare in striscioline il cavolo. Riservare.

A parte preparare un trito di aglio, zenzero grattuggiato, prezzemolo e peperoncino.
Ora, in una casseruola imbiondire il trito aromatico con un filo di olio evo, aggiungendo di segutio il rametto di rosmario, quindi le patate, la zucca a tocchetti ed infine il cavolo a striscioline.
Unire un cucchiaino di dado vegetale casalingo, coprire tutto con acqua e portare ad ebollizione tenendo il tegame coperto.
Quando sarà passata una mezz'ora e tutte le verdure saranno ormai cotte, passare la zuppa al minipimer con poca precisione, quindi ritirarne due mestoli scarsi e frullarli ulteriormente nell'apposito bicchiere aggiungendovi mezzo spicchietto di aglio, le arachidi, il lievito alimentare in scaglie, il sale di Trapani ed il pepe, sino ad ottenere una sorta di hummus. Riservare.
Aggiungere alla zuppa metà dell'hummus ottenuto, quindi terminarne la cottura per una decina di minuti, infine spegnere il fuoco e lasciare riposare un paio di minuti.
Servire la zuppa ben calda, decorando con un cucchiaio dell'hummus di arachidi, un filo d'olio evo a crudo e qualche crostone di pane integrale casalingo, passato nel forno.Se fosse necessario, nel caso di un dado casalingo più leggero, aggiustare ulteriormente la sapidità con un pizzico di sale integrale di Trapani.
Buon appetito!


N.B.: questa sperimentazione nasce dalla folgorazione delle arachidi in cucina, tutto merito dell'incontro rivelatore - di un paio d'estati fa - con i superbi manicaretti di Jonathan a Tenuta Savorgnano: i miei plausi per avvermi illuminata!!!


Salutiamoci, golosissimo gioco di Stella, Lo, Cobrizo e Brii: “La sfida consiste nel cucinare qualcosa di buono, bello e soprattutto sano, alla scoperta di nuovi ingredienti nel rispetto della loro stagionalità, approfondendo la conoscenza del rapporto tra cibo e salute, ed evitando soprattutto facili scorciatoie industriali o scelte che prediligano solo l’occhio o il palato senza tener conto della salubrità nel lungo termine”!

12 commenti:

  1. Qui stà diluviando e l'aria si stà rinfrescando :-) E ti penso domani da Patrizia farà sicuramente freschino....e vai si ricomincia con le nostre adorate zuppette :-)
    Bacio

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, troppo spesso non vengono prese in considerazione... così come tanta frutta secca! Buona e nutriente questa zuppa... un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che abbinamento particolare zucca e arachidi. Da provare! Grazie per il tuo contributo a Salutiamoci. :)
    Dealma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dealma, credo proprio che zucca e frutta secca stiano benissimo insieme :) un sorriso, nicole

      Elimina
  4. Eccomi di nuovo, ti chiedo di apportare due piccole correzioni. La prima riguarda il logo, che deve rimandare alla pagina di Salutiamoci. Lo scarichi qui: http://lericettedisalutiamoci.blogspot.it/p/le-regole-del-gioco.html
    La seconda riguarda il link al mio blog. Deve essere specifico alla pagina dedicata a Salutiamoci, quindi qui: http://blog.laviamacrobiotica.it/salutiamoci-di-novembre-la-zucca/
    grazie. :) Appena avrai fatto queste piccole correzioni potrò inserirti nella raccolta. a presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatto! Col cellulare mi saltavano i link :)

      Elimina
  5. Wow che bontà questa zuppa! Mai provato con le arachidi... altra ricetta segnata!

    RispondiElimina
  6. Grazie mille Daria! Anche i tuoi gnocchetti sono niente male!!! Che voglia di zucca che ho già.. e siamo solo ad inizio mese! :D

    RispondiElimina
  7. io sono una di quelle che mangia arachidi solo a Natale, mentre guarda che piatti meravigliosi si possono inventare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lo! In realtà è stato Jonathan ad aprirmi il mondo delle arachidi in cucina: da allora ne vado pazza! E' nato un amore! Prova :)

      Elimina
  8. Spero che l'acufene sia passato...in ogni caso questa zuppa sembra davvero ottima e la ricetta da rubare!

    RispondiElimina
  9. Ciao Antonella, l'acufene è ancora lì :( Oggi vado da famoso otorino che pratica l'ayurveda, vadiamo se mi salva! Per la zuppa: ruba pure!!! :*

    RispondiElimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)