domenica 5 febbraio 2012

Pancakes alle castagne

©ricetteveg.com

Quando ero piccola ricordo le colazioni invernali - da novembre a febbraio - a suon di tè e pandoro, eheh. Oggi, quando si da quando si avvicina il periodo natalizio a quando il ghiaccio si scioglie, mi manca una colazione della domenica che mi faccia sentire la stessa atmosfera. Detto fatto: con questi Pancakes alle castagne è sempre Natale!


Ingredienti (per 4 pancakes)
100 gr di farina di castagne bio
30 gr di farina integrale oppure di farina di riso
1 cucchiaino raso di lievito per dolci
1 cucchiaino di burro di mandorle casalingo
1 cucchiaio di malto (orzo, riso, mais) o di sciroppo d'acero per dolcificare
1 cucchiaio di malto (orzo, riso, mais) o di sciroppo d'acero per decorare
1 cucchiaio raso di uvetta sultanina
1 cucchiaio raso di pinoli
1 presa di rosmarino
latte vegetale q.b.
olio evo q.b. 

Anzitutto lasciar rinvenire l'uvetta in due dita di latte vegetale, da utilizzare poi nella preparazione, e tritale grossolanamente pinoli e rosmarino. Nel frattempo, in una ciotola capiente, mescolare accuratamente le due farine con il lievito. 
Ora scolare l'uvetta, tritarla e riservarla, quindi unire alle farine tanto latte quanto ne serve per ottenere una pastella fluida e cremosa, badando bene di non creare grumi. Unire all'impasto il cucchiaio di malto, l'uvetta, i pinoli ed il rosmarino, continuando a mescolare per incamerare aria e per ben amalgamare gli ingredienti. Coprire con pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per almeno un quarto d'ora.
Passato il tempo necessario al riposo dell'impasto, scaldare un padellino antiaderente col fondo spesso, dopo averlo leggerme unto con un poco di olio, quindi - utilizzando un mestolo - mettere un poco di pastella nel centro della piastra e lasciar cuocere per circa un minuto, fin quando cominceranno a formarsi piccole bollicine sulla superficie, quindi voltare la frittella sull'altro lato e proseguire con la cottura per un altro minuto. Levare il pancake dal fuoco, riservare e continuare con la cottura della pastella rimanente sino a terminarla.
Man mano che i pancake sono pronti riservarli impilati su un piatto, in modo da mantenere il calore.
Pronte tutte le fruttele, servire con un'abbondante sgocciolatura di malto, disciolto in un goccio di acqua, ed un gheriglio di burro di mandorle casalingo.

NB: perfetti per i bimbi, i pancake sono una colazione golosa e divertente...

6 commenti:

  1. Non ho mai provato a fare i pancake..pensavo che senza uova fosse impossibile, ma la tua ricetta mi smentisce in toto. Complimenti!

    RispondiElimina
  2. no va bè......pancake e malto e farina di castagne......gomp.
    sei un genio :)

    RispondiElimina
  3. Antonella84, eheh magia vegan :) Scherzi a parte, io faccio ogni genere di dolce senza uova e... il mio pandoro di dietro dimostra che vengono buoni ihihih

    Bibi, amica ma quale genio... ho solo sdoganato il castagnaccio eheh :*

    RispondiElimina
  4. Che idea geniale, la farina di castagne per i pancakes, bravissima!

    RispondiElimina
  5. Solo per i bimbi? la voglio pure io la colazione coi pancakes!

    se passi quì
    http://nadirblog.blogspot.com/2012/02/versatile-blogger.html
    ti ho coinvolta in un giochino . baciiiiii

    RispondiElimina
  6. un pancake ricco di profumi. Buono!! anche se io il rosmarino lo accosto con difficoltà ai dolci.. qui in toscana invece lo si usa molto!! buon lavoro

    RispondiElimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)