sabato 7 aprile 2012

Polpette con agretti e maionese alla santoreggia

@ricetteveg.com
Pasqua è alle porte, molti pranzeranno in maniera un po' distratta, come troppo distratta è spesso la successione dei nostri giorni. Questa ricetta, dunque, vorrebbe essere il pretesto per una riflessione: perché non fermarsi a pensare su ciò che realmente facciamo e su ciò che, delle nostre scelte, si riflette sugli altri? In fondo la Pasqua dovrebbe significare resurrezione, liberazione. Una grande gioia insomma. Niente gioa, niente liberazione né resurrezione però per molte vittime. Perché dunque non provare a trasformare questa grande gioia in qualcosa di concreto, a partire dalla nostra tavola? Proviamo, anche per una sola volta, a soffermarci su quanta sofferenza possono creare le nostre azioni, anche in un gesto apparentemente semplice come mangiare. Alla nostra tavola, quest'anno, apparecchiamo "pesach", la parola ebraica che significa "passare oltre", "tralasciare": passiamo oltre le convinzioni, le abitudini di comodo, proviamo a rinascere!

"Il vero amore non si basa sull'attaccamento, ma sull'altruismo. E la compassione sarà la vostra risposta umana alla sofferenza, finché vi saranno esseri che continuano a soffrire."
[Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama]

Ingredienti
1 pugno di agretti scottati al vapore
1 presa abbondante di foglie santoreggia fresche
1 ciuffetto di foglie di prezzemolo (3 o 4 bastano)
1 presa di farina di mais
1 spicchio di aglio fresco
avanzo di pasta e ceci q.b.
pangrattato q.b.
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

Avendo della pasta e ceci da consumare, nulla di più facile della soluzione "polpette". Anzitutto frullare l'avanzo di pasta e ceci con uno spicchio di aglio fresco, gli agretti scottati, un goccio di olio evo ed una bella presa di foglioline di santoreggia. Una volta ottenuto un composto piuttosto cremoso aggiustarlo di sale e pepe, quindi aggiustarne la consistenza aggiungendo un poco di pangrattato, tanto quanto ne servirà per ottenere un impasto omogeneo e corposo.
Con le mani inumidite preparare delle polpette di circa 20gr l'una, quindi panarle nella farina di mais e riporle in forno a 230° per circa 8 minuti, il tempo di renderle perfettamente dorate all'esterno, ma ancora morbide all'interno.
Nel frattempo preparare una maionese come questa, aromatizzandola con una bella presa di foglioline di santoreggia tritate molto finemente ed un paio di foglie di prezzemolo, che daranno alla maionese un bel color verde brillante.
Pronte le polpette, impiattarle accompagnate dalla maionese alla santoreggia, tre ceci tostati nel forno, un poco di agretti scottati al vapore, tenuti da parte, ed un fiore di santoreggia.
E, buone feste!

6 commenti:

  1. Le tue parole sono sempre sagge, ci sarebbe tanto da riflettere, ma dai siamo sempre di più e forse un giorno ce la faremo a far si che le nostre azioni non creino più sofferenze nel momento in cui ci sediamo a tavola ;-)
    Le polpette sono fantastiche lo sai che adoro gli agretti:-P

    RispondiElimina
  2. Sicuramente un Pasqua dedicata alla riflessione è da preferirsi all'immagine consumistica delle feste che ci propinano da anni i mass media. Pur non essendo credenti, condividiamo il rispetto per il pianeta e per gli altri esseri viventi, e troviamo pienamente condivisibile il tuo pensiero.
    Gli agretti sono la meraviglia di questa stagione, e le polpette devono essere davvero super!

    RispondiElimina
  3. Le tue ricette sono magiche........ bellissima preparazione originale e gustosa :-) le fotografie parlano da sole, le tue parole assolutamente perfette, un bacione

    RispondiElimina
  4. Ciao ragazze, scusate se non vi ho risposto, ma è stato un periodo concitato!

    Chicca, tu sei decisamente molto avanti in fatto di consapevolezza... :*

    Notedicucina, hai proprio ragione: riflettere è molto importante e non lasciarsi condizionare dal sistema di inscatolamento di questo nostro sistema è la migliore arma per praticare il rispetto :*

    Felicia, che bello leggerti!!! Si troppo carina, grazie mille :* Un bacio grande!

    RispondiElimina
  5. Parole sante! ^_^
    Agretti, li ho comprati l'altro giorno per la prima volta!
    Anche questa presentazione è veramente fantastica!

    RispondiElimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)