domenica 25 novembre 2012

Puntarelle croccanti

©ricetteveg.com

"When in Rome, do as the romans do", recita un proverbio britannico.Non ne abbiano a male gli amici romani, maestri indiscussi ed unici detentori delle ricette con le Puntarelle, ma sperimentando in una cucina genovese - io credo - abbiamo trovato un modo davvero goloso per mangiare quelle che sono uno tra i cavalli di battaglia più famosi della Città Eterna.
Ecco le nostre Puntarelle croccanti con salsa piccante di capperi, alghe e peperoncino!

Ingredienti
1 mazzo di puntarelle, ovvero i germogli della catalogna spigata
1 manciata di capperi di Vulcano sotto sale
1 manciata di alghe a scelta, già rinvenute (in questo caso Alghe Dulse)
1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
1 cucchiaio di harissa
1 spicchio di aglio di Vessalico
olio evo q.b.
pepe q.b.

Anzitutto munirsi di santa, santissima, pazienza e pulire la catalogna spigata sino a raggiungere i germogli interni, ossia le puntarelle. Una volta separati i così detti cannelli, eliminarne i duroni  - ossia la base più coriacea - e tagliarli secondo il metodo tradizionale*.
Immergere ora le puntarelle tagliate "a fiore", in acqua fredda e ghiaccio, quindi riporle in frigorifero per un'oretta: il risultato saranno puntarelle un poco meno amare, arricciatissime e bellissime.
Nel frattempo preparare un pesto con aglio, pomodoro concentrato, harissa, capperi ed alghe già rinvenute, allungandolo con acqua ed olio in egual misura, sino ad ottenere un pesto liscio ed omogeneo. Farlo dunque cuocere, in un pentolino, a fuoco molto dolce affinché si sarà ristretto, risultando denso e corposo.
Lasciate arricciare le puntarelle al fresco per il tempo necessario, scolarle dall'acqua e saltarle a fiamma vigorosa in una padella, dal fondo spesso, con un filo di olio evo. Farle sfrigolare con cura evitando di coprirle, così che non perdano il loro bellissimo colore, per meno d'una decina di minuti. Comunque finché saranno ben calde, ma non avranno perso la loro arricciatura e la loro croccantezza.
Servire le puntarelle con il pesto di capperi ed alghe, rimestandole direttamente in un'insalatiera, oppure adagiandole nel piatto di portata su un paio di cucchiai di pesto.
Finire con un giro di olio evo a crudo ed una spolverata di pepe macinato al momento.


Note:
*Metodo tradizionale (per tagliare le puntarelle): tagliare le puntarelle è un'arte, io cerco di fare paro paro come insegna una signora in un mercato romano in questo video.

12 commenti:

  1. Ecco, queste sono le ricette chep iacciono a me. E lo capisco dalla foto di anteprima ;)
    E grazie per il link al video, che poi le signore del mercato sono detentrici di saperi preziosi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) vero, le signore del mercato le sanno tutte! son felice ti piaccia la ns versione, ieri le abbiamo finite tutte!

      Elimina
  2. Quante cose si scoprono su questo blog... io non sapevo cosa fossero le puntarelle. Ma nemmeno la catalogna spigata... Devo documentarmi. Grazie per lo spunto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo le puntarelle sono un must, devi recuperare, cheti perdi una vera golosità! :D
      Fammi sapere se le trovie se ti piacciono!!!

      Elimina
  3. booooone le punteralle e fantastico l'attrezzino per prepararle che si vede nel video!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marta! Visto l'attrezzino che si sono inventati?!? eheh

      Elimina
  4. Ah le puntarelle, che ricordi ... a casa di mia madre si mangiavano crude ... deliziosa questa tua versione! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale! Sì in effetti la tradizoione romana le vorrebbe proprio crude, io però saltate le preferisco :) In realtà non è che si cuociono proprio, però si stemperano un poco pure nell'amaro :) Fammi sapere se le provi così! bacissimi!

      Elimina
  5. La mia mamma e' bravissima e capa le puntarelle ala perfezione! Io forse non ho tanta pazienza ed ammiro chi come te si impegna per creare dei piatti gustosi con questa buonissima verdura!
    Mi piace il tuo modo alternativo e saporito :D
    Mia mamma le ha sempre preparate nel modo classico, per fortuna ultimamente lascia le acciughine nel mare ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cami!!! Se ti va, fattele pulire da mamma e provale :D bacissimi! 😘

      Elimina
  6. Risposte
    1. Sono una dipendente da puntarelle io :D

      Elimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)