lunedì 10 dicembre 2012

Albero di Natale fai-da-te

L'Albero di Natale fai-da-te ©ricetteveg.com

Lo sapete, a noi l'autoproduzione piace davvero tanto. Potevamo quindi non dilettarci anche nell'auto-produrci addobbi e gingilli per le feste? Sia mai! Ecco perciò che abbiamo deciso di condividere con voi la nostra ricetta per un albero di Natale fai-da-te tutto fantasia e colore, a costo bassissimo e divertimento assicurato.

Ingredienti
6 palline natalizie riciclate oppure trovate in occasione
6 puntine da disegno
1 foglio delle dimensioni adatte al disegno del cartamodello
1 foglio di compensato da 5mm oppure due cartoni da almeno 3mm l'uno delle dimensioni adatte al disegno del cartamodello
1 barattolino di colore acrilico fine color Rosso Sandalo (es. n. 263 Polycolor)
1 tubetto di colore acrilico fine color Rosso Carminio (es. n. 166 Polycolor)
1 tubetto di colore acrilico fine color Bianco Titanio (es. n. 018 Polycolor)
1 matassina di filo di cotone spesso color Rosso
1 pennello
1 pagina di una qualsiasi rivista patinata
1 rotolino di bi-adesivo
1 paio di forbici
1 seghetto oppure un cutter adatti al taglio del compensato o del cartone
1 pezzetto di carta vetrata fine
1 flacone di spry di fissativo opaco
giornali, carta, fogli e quanto serva a proteggere pavimenti e muri

Anzitutto accertarsi di avere lo spazio necessario per potersi movere e lavorare in tranquillità e sicurezza dentro o fuori casa, quindi cominciare dalla parte più semplice: disegnare su di un foglio di carta la sagoma di un alberello natalizio e quella di una stella cometa, delle dimensioni preferite. Nel nostro caso abbiamo approfittato del nostro lavoro e del plotter di un'amica per disegnare il necessario con un programma vettoriale e poi stamparlo in studio, abbiamo così ottenuto un albero altro circa un metro e venti.
Una volta disegnate le sagome è importante scegliere il supporto rigido con cui costruire le decorazioni: nel nostro caso abbiamo recuperato del compensato acquistato per altri lavori e caduto in disuso, ma anche del semplice cartone spesso può essere più che sufficiente. In quest'ultimo caso, però, è importante incollarne assieme almeno due fogli, in modo tale da ottenere uno spessore di almeno 6-10 mm... onde evitare che l'albero di Natale soccomba sotto il suo stesso peso! Nel caso si vogliano utilizzare più fogli di cartone, affiancati uno all'altro, per avere un supporto di dimensioni ragguardevoli, basterà poi stuccare le giunture in modo di ottenere una superficie omogenea e liscia.
Pronto il cartamodello, dopo averlo poggiato sul supporto scelto a seconda del materiale a disposizione, sarà necessario riportarne i contorni per poter di seguito procedere al taglio: per questa operazione è sufficiente passare la punta di una penna sui contorni del disegno, facendo un po' di pressione in modo tale da imprimere un segno nel supporto utilizzato. Non c'è da preoccuparsi troppo nel caso il foglio si spacchi e si finisca di sporcare con l'inchiostro il supporto sottostante: tutto sarà poi dipinto di Rosso Natale!
Una volta riportata la sagoma del nostro cartamodello sul supporto è il momento dell'operazione più delicata: per entrambi i casi sono sufficienti un seghetto oppure un cutter adeguati e tanta, tanta, tanta pazienza. L'importante è munirsi di calma e precisione ed il taglio risulterà più facile a dirsi che a farsi, sopratutto per chi ha già di scorta una buona manualità.

Il taglio delle sagome ©ricetteveg.com

Finito il taglio dell'albero e della stella cometa, nel caso del compensato, ripassare tutti i bordi con un pezzetto di carta vetrata, in modo da ammorbidire gli spigoli ed eliminare eventali schegge o pezzettini di materiale non tagliato correttamente.
Pronte le sagome delle decorazioni si può passare alla parte più divertente di tutto il lavoro: colorare!
Prima di tutto prepariamo il famoso Rosso Natale miscelando 20 ml di Rosso Carminio (un tubetto) a 140 ml di Rosso Sandalo (un vasetto): otterremo un Rosso Natale perfetto.

La prova colore ©ricetteveg.com

Pronta la tinta si può cominciare a dipingere tutte le sagome e, nel caso siano inadatte o troppo vecchie, si possono decorare anche le palline a disposizione. A questo proposito sarà sufficiente dipingere tutte le palline con un colore acrilico Bianco Tinanio coprente, lasciarlo asciugare e, successivamente, decorarle con i motivi più amati utilizzando lo stesso Rosso Natale preparato per l'albero e la stella cometa: nel nostro caso si tratta di palline bianche con tre linee orizzontali rosse, trovate in una vetrina espositiva e pagate (tutte e sei) l'ingente cifra di 1,20 euro. Nulla vieta di decorarle secondo il proprio gusto, magari aggiungendo qualche tocco glitter nel colore rosso!
A questo punto, protetti muri e pavimenti con fogli di giornale, dipingere l'albero e la stella cometa con il Rosso Natale diluendolo di tanto in tanto con poca acqua pulita: per questa operazione è sufficiente bagnare il pennello due o tre volte e non sgocciolare l'acqua in eccesso. In questo modo il colore si stenderà più facilmente, senza però perdere di potere coprente. Dipingere con lo stesso tono anche le capocchie delle puntine, così da avere tutto in tono!

Colore work in progress ©ricetteveg.com

Terminato di dipingere palline, sagome e puntine da disegno lasciare che l'acrilico si asciughi in un luogo fresco per almeno mezza giornata: noi abbiamo dipinto la mattina ed assemblato poi il tutto in serata dopo cena.
Mentre il colore asciuga preparare il "connetto" con cui fissare la stella cometa alla cima dell'abete rosso: si tratta si un'operazione molto semplice, è sufficiente, infatti, ripiegare su se stesso il foglio di una rivista patinata, per ispessirlo, dopodiché formarvi un triangolo conico, fermarlo con del bi-adesivo e tagliarne la punta a secondo di quanto vogliamo che scenda la cometa sulla cima dell'abete.
Una volta asciugato il colore incollare il triangolo conico schiacciandolo sul retro della stella cometa con dell'altro bi-adesivo, in questo modo sarà sufficiente infilarvi la sommità dell'albero affinché la stella cometa resti salda sulla cima senza rovinare il colore e senza temere che precipiti.

Colore che si asciuga ©ricetteveg.com

Lasciato asciugare l'acrilico e montata la stella cometa, passare tutte le parti tinte, quindi anche le palline e le puntine da disegno, con una spruzzata di fissante opaco: in questo modo le nostre decorazioni dureranno senza temere troppo il tempo che scorre. Lasciar nuovamente asciugare per qualche minuto.
Tagliare ora sei cordini con il filo rosso di cotone spesso e legarli alle palline, ottenendo delle asole, per poterle appenderle alle puntine da disegno, quindi passare all'assemblaggio dell'Albero di Natale fai-da-te!

Note
se vi interessasse replicare l'avventura dell'albero di Natale fai-da-te volendo utilizzare le nostre sagome scrivetemi pure, ho il disegno del cartamodello 1:1 in formato pdf

8 commenti:

  1. voi sì che siete una coppia eco-design :)

    RispondiElimina
  2. Bravi che siete e che pazienza e precisione, sei per caso un architetto XD !!!
    Veramente meraviglioso e pensare che noi ancora non ci siamo messi a decorare casa con addobbi natalizi!! :) ma a me già solo neve e camino mi ricordano il natale e queste due cose le 'ho' ❤❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cami in realtà lo sbattimento è davvero poco rispetto al risultato :) Tutti quelli che vengono a casa mi dicono che è bellissimo ed io ci ho lavorato un paio di giorni divertendomi :) devi provare :)
      Io quest'anno, per scaramanzia, mi sono data alle decorazioni folli, sia mai che sto merd* di 2012 se ne passi lasciandoci almeno intatti! :*

      Elimina
  3. che bravi! è davvero bello!!!
    noi l'abbiamo fatto di cartone, con due sagome incastrate trasversalmente... fa simpatia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh sì, bello! Inizialmente ci avevo pensato anche io al 3d, poi però mi sono ricordata del perché volevo un albero da appoggio: i gatti, ehehh
      Stranamente così appoggiato non lo filano neppure di striscio! :)

      Elimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)